David Bowie: rivoluzionario, non solo nella musica

David Bowie, leggenda del rock, è ricordato soprattutto per la sua musica rivoluzionaria ma fu rivoluzionario anche nei confronti della tecnologia

Nel Settembre 1998 lanciò il servizio internet "BowieNet", dando la possibilità di scaricare musica o di "chattare" direttamente con lui (in quegli anni era raro poter parlare con artisti del suo calibro).

Bowienet

Bowienet fu un vero e proprio internet provider (fornitore di servizi internet) negli stati uniti, in competizione con AOL, Claranet e altri. Con 20 dollari al mese (circa 18 euro attuali) non solo dava la possibilità ad utenti di connettersi ad internet ma offriva anche uno spazio virtuale per potersi creare una propria pagina personale. Molto innovativo se si pensa che in quegli anni non esistevano ancora Facebook e altri social network attuali. Le sue parole allora furono: "Volevo creare un ambiente dove non solo i miei fan ma tutti gli amanti della musica potessero essere parte di una comunità".

Bowie e i videogame 

Sempre nel '99 il Duca Bianco (soprannome a lui attribuito) contribuì allo sviluppo del videogame "Omikron The Nomad Soul, creando la colonna sonora e dando suggerimenti di game design. Bowie compare anche in prima persona in alcune sequenze del gioco.

 

 

Cyber-canzoni

Nel 1999 invece, lanciò un servizio che diede la possibilità ai suoi fan di inviare testi per aiutarlo a scrivere la traccia, ebbe allora 80.000 risposte e diede nome a quelle che successivamente diventarono le cyber-canzoni

90.000 followers su Instagram: Guarda cosa succede...
Hai 200mila euro? Per natale regalati il futuro!

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Lunedì, 19 Novembre 2018

© Darioprovenzano.it
Tel. +39 3472263464
Lainate (Milano)

0
Condivisioni
0
Condivisioni